Rubrica "LA PASTA NEL PALLONE": Mini-intervista a Antonio Filippini

Antonio Filippini (Brescia, 3 luglio 1973) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista. Attualmente allenatore. Cresciuto nelle giovanili della Voluntas Brescia e del Brescia, ha poi vestito le maglie di: Ospitaletto, Palermo, Lazio, Treviso, Livorno.

Per festeggiare la promozione del Palermo in Serie A al termine della stagione 2003-2004, Antonio palesa la sua passione per la musica rock, suonando la chitarra in un concerto eseguito nella Curva Nord dello stadio “Renzo Barbera” insieme al gemello Emanuele ed Andrea Gasbarroni.


Il tuo formato di pasta preferito in assoluto e quale condimento ami abbinarci ?

Bucatini, preparati con cacio e pepe.


Il tuo ricordo d'infanzia legato alla pasta ?

Il mio ricordo d'infanzia sulla pasta è un pò negativo. Mia mamma mi preparava la pasta al pomodoro riscaldata ed a me proprio non piaceva, ma ero obbligato a mangiarla altrimenti l'allenamento di calcio saltava !


Il miglior piatto di pasta mangiato in ritiro e chi lo ha cucinato.

Sicuramente al Touring di Coccaglio, dove ho trascorso la maggior parte dei miei ritiri con il Brescia. Preparavano una pasta ai 4 formaggi veramente buona !


Sei nato e cresciuto a Brescia. Qual è il primo piatto più buono della tradizione bresciana e dove lo hai mangiato l'ultima volta ?

Il piatto più buono di Brescia non è un primo ma un secondo: lo Spiedo bresciano. L'ho mangiato a casa dei miei suoceri. Mia moglie, tra l'altro, ha partecipato alla prima edizione di Master Chef ed ho capito dove ha imparato a cucinare così bene ! (risata).


Adbox