Pastificio Sgambaro: la prima azienda italiana a certificare un pacco di pasta dall'origine

Mugnaio a Cittadella dal 1937, nonno Tullio Sgambaro, grazie a un’originale rigatura della macina in pietra, ottiene una farina di qualità superiore. Apicoltore per passione, fonda nel 1947 con la moglie Maria il primo pastificio grazie al successo del suo miele. Con i figli, l’attività molitoria e la pastificazione si riuniscono e consolidano a Castello di Godego. Enzo gestisce l’attività di vendita, Dino cerca il contatto diretto con gli agricoltori per ottenere il grano migliore. Con la costruzione di 21 silos in Puglia per immagazzinare il grano senza intermediari, qualità e controllo si estendono dai campi alla tavola. Nel 1968 nasce la filiera Sgambaro.

Sgambaro traccia la sua strada: collabora con gli agricoltori per ottenere un grano più sicuro e ricco in proteine. Ecologia e giovani, con il sostegno allo sport e l’attività didattica per le scuole, diventano impegni centrali. Nel 2003 Sgambaro è la prima azienda in Italia a certificare un pacco di pasta dall’origine e ottenere le certificazioni “100% Grano Duro Italiano” e “km zero”. 2004: Solo fonti di energia rinnovabili, avvio di una tra le prime produzioni biologiche di grano duro italiano, farro e kamut®, definizione di uno stile di pastificazione fondato sulla trafilatura in bronzo e l’essiccazione lenta, nuovi impianti e linee di produzione più efficienti: Sgambaro è diventata grande. Abbiamo brevemente dialogato per voi lettori con Pierantonio Sgambaro, titolare dell'omonimo pastificio.


Qual è stato il primo formato di pasta prodotto ?

I formati tradizionali di pasta lunga e pasta corta (spaghetti, penne e fusilli).


Ognuno ha il suo formato di pasta preferito. Qual è il suo e con quale condimento ama abbinarlo ?

Lo spaghettone alle vongole.


L'articolo 1 del manifesto costitutivo della compagnia amatori della pasta recita: “la gastronomia italiana è una scienza fondata sulla pasta”. Quanto condivide questo nostro dettame ?

Moltissimo !


La maggior parte del grano duro viene coltivato in Veneto, direttamente nei campi adiacenti al vostro pastificio, e lì stesso molito. Quanto conta la provenienza e la tracciabilità delle materie prime sul mercato alimentare di oggi ? Perchè è un aspetto così importante nell'ottica della produzione di un'ottima pasta ?

E' fondamentale, per noi è proprio basilare. Nel nostro caso, per garantirne controllo e salubrità, oltre che per dare il valore aggiunto del supporto al territorio.


Quali sono le modalità ed i tempi di essiccazione della vostra pasta ?

Dipende dai formati, ma generalmente si va dalle 8 alle 24 ore.


Siete un'azienda che cura molto la comunicazione ed il marketing. Cosa vi ha portato a scegliere lo chef stellato Bruno Barbieri quale testimoniale delle vostre campagne pubblicitarie ?

La sua notorietà, la sua credibilità e il suo carisma. Inoltre la sua provenienza da Medicina (zona da cui reperiamo il grano).


Fate parte della rete di imprese “Il Buon Gusto Italiano”. Come nasce questo network e qual è il valore aggiunto che dà alla vostra azienda ?

E' un’ unione volontaria di aziende con tratti comuni, dalla gestione famigliare, al made in italy, a prodotti di alta qualità. Il valore aggiunto sono le connessione e gli scambi di contatti commerciali.


La gastronomia è un veicolo importantissimo per la promozione del territorio. quanto la vostra azienda si impegna a promuovere il Veneto nel mondo ? E qual è il “luogo del cuore” nella sua regione che consiglierebbe di visitare ai nostri lettori ?

Partecipiamo a numerose sponsorizzazioni nel territorio, tutte accomunate dallo sport green come denominatore. Uno dei miei luoghi del cuore è il Monte Grappa ma, in genere, amo molto tutta la montagna.


Quali i progetti futuri del Pastificio Sgambaro ?

Crescere nell’export, perfezionarsi sempre di più nelle riduzioni degli impatti ambientali e creare valore aggiunto in termini di sostenibilità.


A miller in Cittadella since 1937, grandfather Tullio Sgambaro, thanks to an original ruling of the stone mill, obtains a flour of superior quality. Beekeeper by passion, he founded in 1947 with his wife Maria the first pasta factory thanks to the success of his honey. With his children, the milling and pasta making activities come together and consolidate in Castello di Godego. Enzo manages the sales business, Dino seeks direct contact with farmers to obtain the best wheat. With the construction of 21 silos in Puglia to store grain without intermediaries, quality and control extend from the fields to the table. In 1968 the Sgambaro supply chain was born.
Sgambaro traces his own path: collaborating with farmers to obtain safer and protein-rich wheat. Ecology and young people, with support for sport and educational activities for schools, become central commitments. In 2003 Sgambaro was the first company in Italy to certify a package of pasta from its origin and obtain the "100% Italian Durum Wheat" and "zero km" certifications. 2004: Only renewable energy sources, start of one of the first organic productions of Italian durum wheat, spelled and kamut®, definition of a pasta making style based on bronze drawing and slow drying, new plants and more production lines efficient: Sgambaro has grown up. We briefly talked for you readers with Pierantonio Sgambaro, owner of the pasta factory of the same name.

What was the first pasta shape produced?
Traditional long and short pasta shapes (spaghetti, penne and fusilli).

Everyone has their favorite pasta shape. What is yours and which condiment do you like to combine it with?
Spaghettone with clams.

Article 1 of the "Manifesto" of the Pasta Amateurs Company states: “Italian gastronomy is a science based on pasta”. How much do you share this dictate of ours?
Very very much !

Most of the durum wheat is grown in Veneto, directly in the fields adjacent to your pasta factory, and milled there. How important is the origin and traceability of raw materials on today's food market? Why is it such an important aspect in the production of excellent pasta?
It is fundamental, for us it is really basic. In our case, to ensure control and healthiness, as well as to give the added value of support to the territory.

What are the drying methods and times for your pasta?
It depends on the formats, but generally it goes from 8 to 24 hours.

You are a company that takes great care of communication and marketing. What led you to choose the starred chef Bruno Barbieri as the testimonial of your advertising campaigns?
His notoriety, his credibility and his charisma. In addition, its origin from Medicine (the area from which we source the wheat).

You are part of the network of companies "The Good Italian Taste". How was this network born and what is the added value it gives to your company?
It is a voluntary union of companies with common traits, from family management, to made in Italy, to high quality products. The added value is the connection and the exchange of business contacts.

Gastronomy is a very important vehicle for the promotion of the territory. how much is your company committed to promoting Veneto in the world? And what is the "place of the heart" in your region that you would recommend to visit to our readers?
We participate in numerous sponsorships in the area, all united by green sport as a denominator. One of my favorite places is Monte Grappa but, in general, I love the whole mountain very much.

What are the future projects of Pastificio Sgambaro?
Growing in exports, improving more and more in reducing environmental impacts and creating added value in terms of sustainability.


Adbox